^ Back to Top

Tel: 349.3720221


mail: info@ri-abilita.it

laser-terapia

Laser terapia

Si tratta di una particolare emissione di onde elettromagnetiche che non si trovano in natura e che si possono ottenere solo artificialmente. Attualmente esistono vari tipi di apparecchi in grado di produrre luce laser: presso il nostro centro vengono utilizzati apparecchi a raggi infrarossi. Il meccanismo di azione è di tipo riflessogeno ed agisce innalzando la soglia del dolore e permette un più veloce ripristino della funzionalità e dello stato di benessere.



Effetti Biologici

La radiazione laser perimetrali tessuti provoca delle reazioni biochimiche sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri che inducono diversi effetti tra i quali:

La terapia del dolore è ottenuta grazie all'azione analgesica che viene indotta dall'aumento della soglia di percezione delle terminazioni nervose algotrope e dalla liberazione di endorfine.


L'effetto antiflogistico, antiedema, eutrofico e stimolante per il tessuto cellulare è dato dall’aumento del flusso ematico dovuto dalla vasodilatazione capillare ed arteriolare


L'effetto di aumento dell'assorbimento dei liquidi interstiziali con conseguente riduzione di edemi e di attivazione per il ricambio cellulare è dovuto alla modifica della pressione idrostatica intracapillare.
L'effetto terapeutico dipende dall'interazione della luce laser con il tessuto biologico interessato ovvero: ogni tipo di laser emette luce ad una determinata lunghezza d’onda che interagisce in modo diverso con i cromofori presenti nel tessuto.
Alcuni cromfori sono già presenti nel tessuto (acqua, melanina, proteine, acidi nucleici) mentre altri possono essere invece iniettati, fissandosi sul tessuto per renderlo fotosensibile.


Indicazioni terapeutiche:

Avvertenze: le controindicazioni assolute sono ridotte ai portatori di pace-maker ed allo stato di gravidanza; è sconsigliato l’uso negli stati emorragici e trombotici in atto ed in presenza di neoplasie. Segnalare la comparsa di sintomi quali nausea e capogiri insorti durante o dopo il trattamento.

Magnetoterapia

magneto-terapia

DOMICILIARE

Per venire incontro alle esigenze terapeutiche che la magnetoterapia propone come protocolli nel caso in cui venga prescritto solo magnetoterapia, c'è la possibilità di eseguirla con prestazioni domiciliari.


NOVITA' MONDIALE ASSOLUTA

L’apparecchio per magnetoterapia è un dispositivo che genera un campo prevalentemente magnetico, ben caratterizzato per intensità, andamento del campo, frequenza, forma d’onda e che consente l’assoluta riproducibilità delle terapie. La scelta di parametri (frequenza, intensità del campo, tempi di applicazione) e del tipo di apparecchio da utilizzare viene effettuata in base alla patologia da trattare.

Indicazioni terapeutiche:

Avvertenze: le controindicazioni assolute sono ridotte ai portatori di pace-maker ed allo stato di gravidanza; è sconsigliato l’uso negli stati emorragici e trombotici in atto ed in presenza di versamenti ematici.

elettro-terapia

Elettroterapia

Per elettroterapia si intende l’impiego della corrente elettrica nelle sue varie forme, per scopi terapeutici. Questa pratica ha larga diffusione e svariate indicazioni, che derivano essenzialmente dai diversi effetti che vengono prodotti nell’organismo dal passaggio della corrente stessa e che possono essere così riassunti:

La moderna tecnologia mette a disposizione apparecchiature elettroniche sempre più sofisticate che consentono diverse forme di correnti, che tra l’altro, come nel caso delle correnti variabili, possono essere accuratamente dosate, sia per quanto riguarda l’intensità dello stimolo che per la durata ed il periodo di pausa, rendono possibile una stimolazione più mirata ed efficace soprattutto nel trattamento di gravi ipotrofie muscolari.


Indicazioni terapeutiche:

Kinetec

kinetech-icon

Dispositivo meccanico che permette anche domiciliarmente la mobilizzazione passiva e continua, graduale e controllata del segmento articolare. La personalizzazione delle impostazioni permette un ritorno alla funzionalità senza uno stress articolare e legamentoso. Migliora inoltre le proprietà meccaniche, stimola la circolazione linfatica e sanguigna diminuendo il rischio di trombosi ed emboli.

tens-terapia

TENS terapia



Indicazioni terapeutiche:



Avvertenze: se ne sconsiglia l’uso in gravidanza e per il trattamento di zone in prossimità dell’area cardiaca, così come ai portatori di pace-maker ed ai cardiopatici.

Rieducazione pre e post operatoria

rieducazione-icon

Negli ultimi decenni la vecchia fisioterapia, centrata sulle terapie fisiche strumentali, ha lasciato il posto alla moderna Medicina Riabilitativa, che ha come fini la valutazione e il trattamento delle alterazioni, soprattutto motorie, prodotte da un gran numero di patologie ortopedico-traumatologiche, neurologiche, cardiologiche, respiratorie.
Obiettivi dell’intervento riabilitativo sono la prevenzione delle complicanze, l’eliminazione del danno e, ove non sia possibili il suo contenimento e la prevenzione del suo aggravamento, la ricerca di compensi adeguati che annullino o riducano le disabilità conseguenti.
Attualmente la medicina riabilitativa è in grado di offrire l’accurata valutazione e il trattamento di disabilità di diversa origine in un’ottica globale, in particolare per quanto riguarda le affezioni dell’apparato muscolo scheletrico e le conseguenze motorie delle lesioni del sistema nervoso centrale e periferico.
Presupposto fondamentale della riabilitazione medica è il lavoro di equipe, l’approccio multidisciplinare. Al raggiungimento dell’obiettivo finale, la massima “capacità di vita” del paziente compatibile con i danni e le disabilità non correggibili, concorrono infatti tutti gli altri medici, dall’iter diagnostico iniziale, alle terapie mediche e chirurgiche, dal nursing alle tecniche riabilitative propriamente dette.
E’ pertanto indispensabile un intervento coordinato di operatori portatori di competenze diverse, da quelle medico-specialistiche a quelle infermieristiche e fisioterapiche: per non parlare del paziente, vero protagonista della “sua” riabilitazione e della sua famiglia nonché del Medico Curante, cui in ultima analisi spetta la gestione globale del paziente.
Una collaborazione che deve essere organizzata non nella formula tradizionale della successione delle “visite parere” a cascata, secondo la quale ogni operatore offre il suo contributo per conto suo e nello stretto campo delle sue competenze, ma in un coordinamento scambio di punti di vista e di proposte che più che un approccio multidisciplinare configuri un approccio “transdisciplinare”.

ultrasuoni-terapia

Ultrasuoni

L’ultrasuono terapia sfrutta gli effetti provocati sull’organismo da una emissione di onde sonore superiori alla soglia uditiva. Si tratta di una metodica che utilizza le vibrazioni meccaniche (ultrasuoni), erogate in emissione continua o pulsata. La penetrazione nei tessuti delle onde ultrasonore esplica un’azione di tipo meccanico che si traduce in un micro massaggio, ed un’azione di tipo termico derivato dalla trasformazione in calore dell’energia vibrante.

Indicazioni terapeutiche

Gli ultrasuoni non sono quasi mai utilizzati come unica metodica di trattamento, ma sono spesso associati ad altri tipi di terapia (come laser, interx-antalgico, stretching, ect..).
Le conseguenze provocate dal passaggio di queste vibrazioni acustiche a livello del tessuto rendono molto efficacie l'utilizzo di questa terapiafisica per le seguenti patologie:

Avvertenze: è controindicato l’uso in corso di malattie che comportano turbe della percezione termica, su lesioni neoplastiche, in corso di malattie infettive contagiose, in età infanto-giovanile, nel caso di ritardi di consolidazione o pseudoartrosi.

Ionoforesi

ionoforesi-terapia



Indicazioni terapeutiche sono diverse e sono in relazione al tipo di farmaco utilizzato:



Avvertenze: lo stato di gravidanza ne controindica la somministrazione. Inoltre, la presenza di dermatiti, ferite, abrasioni; ipoestesia, allergie, vasculopatie; gravi disturbi cardiaci e presenza di pace-maker; presenza di metallo intra tessutale.

massoterapia

Massoterapia

Il massaggio è una tecnica manuale eseguita su tessuti molli. E’ noto a tutti come sia istintivo portare la mano sulla parte malata e dolente per trarne sollievo; da qui nasce e si sviluppa la massoterapia. Questi mezzi terapeutici servono ad accelerare la circolazione locale del sangue dilatando i vasi superficiali e profondi; sono pertanto utili nelle rigidità articolari, nelle contratture muscolari, nelle retrazioni dei legamenti, nella mobilizzazione di articolazioni infiammate e dolenti, nell’ipotrofia ed ipotonia. In molti casi possono essere associate ad altre metodiche fisiokinesiterapiche.